Autoimprenditoria nel settore non profit

a.a. 2017-2018

Edizione: I

Responsabile corso: Marco Scurria

Durata ore lezioni frontali: 40 ore

Testimonianze e workshop: 12 ore

Tipologia: Corso di formazione

Titolo minimo di accesso: Diploma

Esame finale:

È indetto un bando di concorso per titoli e colloquio orale, avente ad oggetto l’assegnazione di complessive n. 12 (dodici) borse di studio per l’anno accademico 2017-2018.

SONO DISPONIBILI BORSE DI STUDIO

scarica il bando

Bando prorogato al 7 giugno 2018 ore 18.00
PULSANTE_SCARICA_LADOMANDA

 

Autoimprenditoria nel settore non profit. Una breve descrizione

Con le espressioni non profit ed economia solidale si fa riferimento ad una molteplicità di organizzazioni come le cooperative sociali, le mutue, le organizzazioni di volontariato, le  associazioni di promozione sociale e le imprese sociali. Si tratta di un ambito caratterizzato da un crescente sviluppo, basato sui risultati economici conseguiti dalle imprese/organizzazioni e sugli obiettivi sociali perseguiti, che registra “numeri” importanti rispondendo alle domande di un’utenza sempre più differenziata.

Il corso si propone di analizzarne i tratti salienti approfondendo i temi relativi alle attività delle organizzazioni non profit, alla relativa legislazione, alle policy ed alle misure di incentivazione per la creazione d’impresa nel settore, al fund raising.

Obiettivi e sbocchi occupazionali

Con il corso si intende contribuire a migliorare le performance delle organizzazioni non profit e ad accrescere le competenze tecniche, giuridiche, economiche e gestionali dei partecipanti. Il non profit è un settore che crea innovazione, capitale sociale e occupazione Per dirla con i numeri, in Italia ci sono 300.000 organizzazioni che danno lavoro a 850.000 operatori retribuiti ed impegnano 5 milioni di volontari, aiutando quotidianamente 30 milioni di cittadini e generando un valore superiore a 50 miliardi di euro. E’ in questo bacino che figure preparate e motivate possono avere l’opportunità di avviare e sviluppare un progetto personale di lavoro.


A chi è rivolto

Il corso prevede l’accesso con il diploma di istruzione superiore ed è rivolto prevalentemente ad operatori del terzo settore e del welfare locale a tutti i livelli,  alle realtà del volontariato, a chi intende avvicinarsi alle professionalità sociali, agli amministratori degli Enti locali. Allo stesso modo il corso si rivolge a tutti quei soggetti che intendono sviluppare una più proficua relazione con l’universo del non profit, per sviluppare la loro attività sociale, politica, d’impresa, culturale o professionale.


Planning

 

Unit 1 - Organizzazione e attività  delle Organizzazioni non profit

  • Il concetto di non profit
  • Organizzazione interna nelle strutture non profit
  • Attività delle Organizzazioni non profit
  • Comunicazione del Terzo Settore: metodi e strategie

 

Unit 2 - Policy e misure di incentivazione

  • Le Policy e l'autoimprenditorialità
  • Cultura crea
  • Resto al sud
  • Imprese sociali

 

Unit 3  – La legislazione

  • Le norme: dalla Legge sul Volontariato alle ONLUS
  • Le norme: dal DPR 361/2000 al Codice Unico del Terzo Settore
  • Il Codice Unico del Terzo Settore: ragioni ed effetti della Riforma

 

Unit 4 – Il fundraising

  • Il fundraising e le donazioni in Italia
  • Le tecniche di fundraising
  • Fundraising e sponsorizzazioni - casi pratici

 

Il corso sarà arricchito con 6 ore di testimonianze e workshop

 

Docenti: 

  • Maria Teresa Bellucci
  • Giorgio Benvenuto
  • Nuccia Colosimo
  • Carlo De Angelis
  • Niccolò Di Raimondo
  • Diego Dutto
  • Claudia Fiaschi
  • Raffaele Picilli
  • Marco Scurria

 * Nel corpo docente, inoltre, saranno presenti esperti qualificati di Invitalia Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa.

 

 


Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close