23
MAG
2017

Polis organizza un’intervista a Raymond W. Kelly

alg-commissioner-raymond-kelly-jpg

Mercoledì 7 giugno 2017

ore 10.30

Antica Biblioteca – Università degli Studi Link Campus University

Via del Casale di San Pio V, 44 – Roma

Mercoledì 7 giugno, per POLIS – Scuola Universitaria per la Formazione Politica dell’Università degli Studi Link Campus University, Alberto Brambilla, Giornalista de “Il Foglio” intervista Raymond W. Kelly ex Police Commissioner New York Police Department, ex Sottosegretario del Tesoro USA ed ex Commissario Federale delle Dogane, autore del libro “Vigilance”.

Dopo i saluti iniziali di Vincenzo Scotti, Presidente dell’Università degli Studi Link Campus University, interverrà Lucia Muscari, Vice Questore aggiunto e Responsabile Comunicazione Questura di Roma.

 

Raymond Walter Kelly (nato il 4 settembre 1941)  è stato Commissario del Dipartimento di Polizia di New York (NYPD) per 47 anni e il primo a ricoprire l’incarico per due mandati non consecutivi. Dopo la sua gestione del bombardamento del World Trade Center nel 1993, è stato citato per la prima volta come possibile candidato alla direzione dell’FBI. Dopo che Kelly ha rifiutato la posizione è stato nominato Louis Freeh.

Kelly era un colonnello di riserva del corpo marino, direttore della polizia durante la missione delle Nazioni Unite ad Haiti e Vicepresidente Interpol. Durante l’amministrazione di Clinton, Kelly è stato segretario per l’esecuzione del Dipartimento del Tesoro, come commissario del servizio doganale, ed è stato in procinto di diventare il primo ambasciatore degli Stati Uniti in Vietnam, dopo che il presidente Bill Clinton ha esteso le relazioni diplomatiche con il paese nel 1995.

Nel marzo 2011, il senatore di New York, Chuck Schumer, ha designato Kelly per diventare il prossimo direttore dell’FBI e nel luglio 2013 ha designato Kelly per diventare segretario della sicurezza interna.

Nel marzo 2014 è stato nominato Presidente del Risk Management Services di Cushman & Wakefield, una società di servizi immobiliari commerciali a New York. Nel 2015, il New York Post ha riferito che Kelly stava considerando di candidarsi come sindaco di New York, citando il suo “Love for New York City”.

 

 

Scarica l’invito

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close