PUBLIC RELATIONS &
CORPORATE COMMUNICATION

Edizione I

a.a. 2019-2020

Responsabili Corso:

Fabio Perugia - Giornalista e Componente Consiglio Direttivo Polis

Vincenzo Manfredi – Government Relations e Public Affairs Senior Advisor

Edizione: I

Durata lezioni frontali: 72 ore

Tipologia:  Corso di formazione

Titolo minimo di accesso: Diploma

CFU: 13 (di cui 1 cfu dell’esame finale)

Esame finale:

Agli insegnamenti del corso sono assegnati cfu (crediti formativi universitari) con riferimento ai settori scientifici disciplinari, spendibili nei corsi di laurea.

BORSE DI STUDIO

E' indetto un bando di concorso per titoli e colloquio orale, avente ad oggetto l'assegnazione di complessive n. 12 (dodici) borse di studio per l'anno accademico 2019-2020.

SCARICA IL BANDO
SCARICA LA DOMANDA

Termine ultimo per la presentazione, previsto a pena di esclusione, è il giorno 26 aprile 2020, ore 24:00.

SCARICA LA GRADUATORIA

Breve descrizione

Il corso si propone di formare professionisti delle relazioni pubbliche con le più moderne pratiche didattiche. La disciplina delle relazioni pubbliche e della comunicazione rivestiranno ruoli sempre più determinanti nei paradigmi di governance e leadership delle strutture complesse. La disintermediazione e la trasformazione digitale ci impongono di disegnare un nuovo paradigma organizzato in termini di competenze, sicurezze sociali, accountability, gestione dei rischi, implicazioni etiche delle integrazioni uomo macchina.

Policy e Vision devono essere riconsiderate non più come elemento accessorio della definizione strategica d’impresa, ma come funzione distintiva e come parte integrante della strategia d’impresa di medio e lungo periodo. Le attività di comunicazione andranno riconsiderate alla luce delle abilità di problem solving e critical thinking, pratiche da sempre considerate essenziali per generare quelle piattaforme di influenza che sono alla base della professione.

 

Obiettivi e sbocchi occupazionali

L’obiettivo è quello di formare futuri professionisti delle relazioni pubbliche e della comunicazione con un corso innovativo, che pone al centro le nuove discipline del mondo digitale: lo stakeholder engagement avrà sempre più bisogno della data science e del design thinking per rimanere al centro delle scelte strategiche per la costruzione e la gestione di sistemi complessi.

Il rapporto con le istituzioni e con l’opinione pubblica diventa oggi estremamente delicato a causa degli equilibri in gioco stravolti dalla digital transformation. Docenti, esperti di relazioni pubbliche e della comunicazione, offriranno strumenti e buone pratiche per la definizione di un nuovo paradigma formativo.

 

A chi si rivolge

Il corso si rivolge a chi opera o a chi intenda operare nel settore della comunicazione e delle relazioni pubbliche all’interno di aziende, associazioni, istituzioni in generale, agli studenti e ai neolaureati appassionati all’argomento e a tutti coloro che vorrebbero acquisire o migliorare le proprie conoscenze e competenze nell’ ambito del public affairs.

Planning

Insegnamento 1 – Public affairs e comunicazione corporate
(cfu 12= modulo 1 + modulo 2):

Public affairs e comunicazione corporate (cfu 9 - SECS/P08)
Responsabile Modulo 1 dell’insegnamento 1 - Vincenzo Manfredi

  • Il nuovo ruolo del Chief Communication Officer
  • Public affairs management e strategic partnership
  • Comunicazione corporate, media affairs e strategie di posizionamento
  • La comunicazione interna: employer branding ed engagement
  • Reputation e crisis management
  • Nation branding
  • Approfondimenti

 

Case History Gallery (cfu 3 - SPS/08)
Responsabile Modulo 2 dell’insegnamento 1 - Fabio Perugia

  • Il mestiere delle relazioni istituzionali tra vecchi e nuovi partiti politici
  • Le relazioni istituzionali nell’era digitale
  • La comunicazione al servizio delle relazioni istituzionali
  • Relazioni istituzionali per le industrie controverse e negoziazione legislativa
  • Le relazioni istituzionali e il ruolo dei governi
  • Le relazioni istituzionali del Terzo Settore
  • Management delle Relazioni Istituzionali

 

Docenti:

Bagnolini Andrea – Vicepresidente Ferpi e Direttore Assobirra
Belcastro Rodolfo - Direttore Comunicazione, SACE
Bianchi Daniela - Government Relations and Public Affairs and Sustainability Agenda Manager
Bruno Massimo - Responsabile Relazioni Istituzionali, Enel
Casalaina Gaetano – Director Business Advocacy, Sernet
Chieffi Daniele – Direttore Comunicazione e PR - Dipartimento per l’innovazione e la digitalizzazione, Presidenza del Consiglio dei Ministri
De Lucia Giuseppe – Marketing Communication and Government Relations Manager, Europa e America Latina, Ericsson
Dell'Orefice Fabrizio - Responsabile Relazioni Istituzionali, Trenitalia
Deruda Antonio - Digital Communication Consultant and Trainer
Di Giacomo Giulio - Public Affairs - Local Affairs Director, TIM
Falessi Andrea - Direttore Relazioni Esterne, Open Fiber
Foglia Paola - Internal Communication Manager, TIM
Galotta Antonio - Esperto di comunicazione, Ministero della Difesa
Genovese Stefano - Direttore Affari Istituzionali, Unipol
Ghedini Paola – Chief Financial Officer, Fondazione Zorzi
Ghisleri Alesandra Paola – Direttore, Euromedia Research
Hassan Robert - Government Relations Consultant, Kaspersky Italy
Iacomini Andrea - Portavoce Unicef Italia
Manfredi Vincenzo - Government Relations e Public Affairs Senior Advisor
Mazzoni Paolo - Government and Public Affairs Leader, 3M
Meduri Giuseppe - Direttore Rapporti Istituzionali nazionali ed internazionali del gruppo A2A
Messa Paolo - Responsabile relazioni istituzionali, Leonardo
Molinari Giuseppe – Public Affairs Executive Advisor
Pelagalli Felicia – Founder CULTURE srl e Presidente Associazione InnovaFiducia
Perugia Fabio – Giornalista e Responsabile in Italia dei Rapporti con i media del World Jewish Congress, Componente Consiglio Direttivo Polis
Rossi Giampaolo – CdA Rai
Stagno Caterina - Executive Director of Digital Inclusion Department di Radiotelevisione Italiana RAI
Ucci Renato – Fondatore Osservatorio per la manipolazione dei dati in rete

In caso di ritiro anticipato e di rinuncia al corso da parte di uno studente, lo stesso sarà comunque tenuto a versare l’intero importo dovuto.