URBAN GOVERNANCE E NUOVA CITTADINANZA

Edizione I

a.a. 2019-2020

Responsabile corso: Andrea Catarci

Edizione: I

Durata corso: 72 ore

Tipologia: Corso di formazione

Titolo minimo di accesso: Diploma

CFU: 13 (di cui 1 Cfu dell'esame finale)

Esame finale: sì

 

Agli insegnamenti del corso sono assegnati cfu (crediti formativi universitari) con riferimento ai settori scientifici disciplinari, spendibili nei corsi di laurea.

ISCRIZIONI

Sono aperte le iscrizioni per la partecipazione al corso. Per maggiori informazioni contattare la Scuola.

BORSE DI STUDIO

E' indetto un bando di concorso per titoli e colloquio orale, avente ad oggetto l'assegnazione di complessive n. 12 (dodici) borse di studio per l'anno accademico 2019-2020

Il bando di concorso è stato prorogato al 9 ottobre 2019 ore 24.00.

SCARICA IL BANDO
SCARICA LA PROROGA DEL BANDO
SCARICA LA DOMANDA
SCARICA LA GRADUATORIA

Breve descrizione

Il corso muove da una riflessione sul concetto di urban governance che, da qualche anno, si è affermato in ambito politologico internazionale ed è alla base di numerose riflessioni di studiosi e istituzioni in materia di politiche pubbliche e di sinergie tra la sfera istituzionale e gli attori socio- economici di riferimento. Dalla dimensione teorica, l’attenzione si sposta rapidamente su quella operativa, approfondendo cosa significhi attuare l’urban governance nella concretezza della programmazione e delle scelte operate dagli Enti Locali. In particolare, è necessario soffermarsi sulla relazione imprescindibile con soggetti dell’economia, della cultura, del terzo settore, del volontariato e dell’attivismo civico, nonché: sul loro coinvolgimento nei processi decisionali e nell’attuazione degli indirizzi generali; sulle modalità di esercizio della cittadinanza attiva nell’era della sharing economy; sulle trasformazioni imposte al mondo del lavoro e dell’impresa dai fenomeni di robotizzazione - learning machines - ed utilizzo di open data; sulle modifiche che queste ultime impongono alle organizzazioni tradizionali degli Enti Locali; su strumenti ed esperimenti adoperati per ampliare la sfera di partecipazione collettiva alla gestione della res publica.

In sintesi, i punti salienti del percorso formativo riguardano:

  1. definizione, tratti distintivi ed obiettivi dell’urban governance
  2. principali trasformazioni di contesto da tener presenti
  3. ambiti delle politiche pubbliche coinvolti
  4. tipologia di soggetti economici, non-profit e di organizzazioni di cittadini da coinvolgere
  5. caratteri e modalità di esercizio della nuova cittadinanza
  6. aspetti innovativi della cittadinanza attiva nella società della sharing economy
  7. principali accorgimenti da implementare nella struttura organizzativa degli Enti Locali

 

Obiettivi e sbocchi occupazionali

Con il corso si intende contribuire a migliorare le performance politiche e amministrativo- gestionali degli Enti Locali, per attuarne un’azione di rafforzamento e rinnovamento, puntando strategicamente sul coinvolgimento e sull’attivismo dei soggetti socio-economici operanti nel contesto territoriale per uscire dalle ristrettezze delle crisi attuali. A partire da tale proposito generale, si persegue l’obiettivo specifico di formare figure consapevoli dei processi storici e capaci di progettare ed attuare politiche di urban governance, sia dall’interno degli Enti Locali che dall’esterno, tra quei soggetti d’impresa, sociali, culturali e professionali che intendono stimolare, promuovere e sviluppare una più proficua collaborazione con gli Enti Locali, guardando all’interesse generale oltre che a quello particolare.

 

A chi è rivolto

Il corso è rivolto prevalentemente agli operatori del pubblico impiego di tutti i livelli e del mondo delle imprese che dialoga con esso; agli operatori del terzo settore, della cooperazione, del volontariato e dell’attivismo civico; agli amministratori degli Enti Locali ed ai rappresentanti politici; ai consulenti e professionisti sia in ambito pubblico che privato; a chi intende intraprendere percorsi di rappresentanza sociale, politica ed istituzionale per partecipare attivamente e consapevolmente al cambiamento in atto.

Docenti coinvolti:

Giuseppe Allegri
Maria Cristina Antonucci
Domenico Arcuri
Romano Benini
Alessandro Cattaneo
Arturo Di Corinto
Daniele Di Mario
Stefano Di Traglia
Marco Emanuele
Flavia Marzano
Marco Mayer
Giuseppe Meduri
Paolo Messa
Giuseppe Rinaldi
Giuseppe Roma
Rosario Scalia
Giuseppe Sorrenti
Elisabetta Trenta
Francesco Tufarelli

 


 

Planning

Insegnamento 1 – Urban governance (cfu 6 – SPS/01)

  • Origine e attualità del concetto di UG: letteratura sull'UG; definizione, caratteristiche e finalità dell'UG
  • Settori di policy ed attori dell'UG
  • Pianificazione territoriale come asse dell'UG: le agende locali condivise
  • Origine delle democrazie moderne
  • Contesto dell'UG: rete globale e giovani generazioni
  • Contesto dell'UG: produzione e innovazione tecnologica; impatto di robotizzazione, learning machines, open data
  • Contesto dell'UG: trasformazioni del lavoro e dell'impresa
  • UG e contesto storico: origine delle democrazie moderne; evoluzione dei processi democratici; degenerazioni autoritarie e totalitarie
  • Approfondimenti

 

Insegnamento 2 – Cittadinanza nella società 4.0 (cfu 6= modulo 1 + modulo 2)

Modulo 1 - Nuova cittadinanza, terzo settore, condivisione, innovazione (cfu 3 –SPS/07)

  • Terzo Settore, servizi e piani regolatori del sociale
  • Sharing Economy: piattaforme cooperative; spazi di condivisione; nuove forme di imprenditorialità
  • Innovazione sociale e nuova cittadinanza: Beni Comuni e gestione condivisa; esperienze di Patti e Regolamenti per una nuova cittadinanza
  • Approfondimenti

Modulo 2 - Nuova cittadinanza e PA (cfu 3 – SPS/03)

  • Cenni sulle riforme della Pubblica Amministrazione
  • Trasformazione della comunicazione politica e istituzionale: finalità, mezzi e tecniche
  • TIC e partecipazione attiva dei cittadini
  • Esperienze di rendicontazione sociale e di cessione di sovranità della PA
  • Approfondimenti